Mondocactus BG

sui biota

Col termine biota, in campo ecologico si intende l'insieme della vita vegetale e animale che caratterizza una certa regione o area della Terra, in cui le condizioni ambientali (temperatura, insolazione, precipitazioni, natura del suolo ecc. …) sono simili e che, a sua volta, è chiamata biotopo. Per certi versi sinonimo di biocenosi, il biota e il biotopo costituiscono le due componenti di un ecosistema.

Ad esempio, l'ecosistema della Regione del Chaco è l'insieme dalle piante e dagli animali che vivono in quest'area, identificata dal biotopo.

I biota succulenti

Abbiamo suddiviso le succulente in gruppi omogenei sulla base delle loro esigenze colturali, tralasciando quelle che richiedono attenzioni particolari, individuandone quattro, ossia:

  • le piante che richiedono annaffiature estive abbondanti e temperature invernali al di sopra di 10 °C;
  • quelle che richiedono annaffiature estive abbondanti e che resistono a temperature invernali prossime a 0 °C;
  • quelle che non richiedono annaffiature estive e che resistono a temperature invernali inferiori a 0°C e, infine;
  • quelle che vivono in deserti estremi dove non piove mai, sostenute solo dalla rugiada che deriva dalla condensazione delle nebbie invernali persistenti, e ove la temperatura rimane prossima a 0°C.

Ipotizzando che le esigenze di tali piante siano determinate dalle condizioni ecologiche in cui si sono evolute, abbiamo suddiviso le zone in cui vivono le succulente in quattro macro-regioni e quindi in altrettanti macro-ecosistemi:

  • ecosistema dei tropici caldi, con clima molto caldo in cui la temperatura invernale rimane elevata, come succede nei tropici e a latitudini prossime all'equatore;
  • ecosistema dei tropici freddi, con clima caldo d'estate e freddo d'inverno, con piogge concentrate nel periodo più caldo, come capita nelle zone tropicali d'altura;
  • ecosistema continentale, di steppa e con clima continentale o mediterraneo;
  • ecosistema dei deserti costieri, circoscritta alla Namibia e al Cile settentrionale.

A tali ecosistemi si riferiscono altrettanti biota:

Per una classificazione ecologica

Quanto espresso fin'ora ha uno scopo ben preciso, ossia quello di suddividere le piante succulente in base alle loro esigenze in modo molto pratico e intuitivo.

Da ora in poi, quando tratteremo le esigenze di una determinana specie di pianta, anziché ripetere pedissequamente il perché e il percome sia da trattare in un certo modo, ci basterà dichiarare quale sia il suo biota di appartenenza fra i quattro individuati.

Ad esempio, diremo che il biota di Ariocarpus fissuratus è quello dei tropici freddi, e così avremo detto tutto su quali siano le sue esigenze generiche, approfondendo solo per specificare dettagli rilevanti, come potrebbe essere la natura del terreno, l'esposizione o altri fattori ecologici non generalizzabili.


Attendere prego...