Mondocactus BG

tropici freddi

sono i biota delle zone tropicali soggette a temperature minime invernali vicine a 0 °C, a causa dell’esposizione alle correnti polari (Sudafrica, sud ovest degli Stati Uniti, Argentina) oppure all’elevazione (altipiani messicani, regioni andine di quota, zona del Gran Chaco tra Argentina, Bolivia, Paraguay e Brasile.

Temperature minime 0 °C.

Piogge estive.

Alcuni generi rappresentati Africa: Dioscorea, Cyphostemma, Aloe, Lithops (e affini). America: Ariocarpus, Astrophytum, Echinocactus, Echinocereus, Turbinicarpus, Tephrocactus, Gymnocalycium, EcheveriaAgave.

Condizioni colturali generiche In questo gruppo è compresa la maggioranza delle succulente disponibili sul mercato. Sono le più facili da coltivare: richiedono annaffiature frequenti estive e svernano anche al freddo in un semplice ricovero di polietilene se sono perfettamente asciutte dalla fine di settembre.

Eccezioni le succulente messicane che provengono dagli altipiani centrali, e quelle andine di quota, a parità di condizioni (ricoverate in inverno perfettamente asciutte a partire dalla fine di settembre) sono più resistenti al freddo delle altre e sopportano per brevi periodi temperature di  -5 / -10 °C. Invece, le succulente africane Dioscorea vegetano in inverno per cui devono essere annaffiate in tale periodo, mentre i mesembriantemi tra cui Lithops rimangono sempre attivi e beneficiano di rade annaffiature superficiali che mantengano elevata l’umidità ambientale. Per queste due ultime eccezioni si suggerisce la coltivazione in serra.


Attendere prego...